PIZZA

sabato 16 febbraio 2008

Un classico della cucina italiana, che prima o poi dovevo aggiungere al blog: la pizza. Da quando ho cominciato a farla in casa, è raro che la prenda in pizzeria, se non quelle sere nelle quali proprio non ce n'è e allora di ritorno dal lavoro una pizza a domicilio è l'ideale.
Ma se si programma poche ore prima allora in casa si sprigiona un profumo di pomodoro e basilico da impazzire!
Sì io il pomodoro lo preferisco con il basilico, che con l'origano.


Ingredienti:

500 g di farina 00 (oppure metà 0 e metà 00)
125 ml di acqua tiepida
125 ml di latte tiepido
40 g di burro fuso
25 g di lievito di birra (o 1 bustina di lievito in polvere)
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di olio evo
10 g di sale

Per la salsa di pomodoro:

polpa di pomodoro 1 barattolo
olio evo
sale

basilico (oppure origano)

mozzarella da pizza o di bufala a dadini

Io uso la macchina del pane, che è una gran comodità: si mettono tutti gli ingredienti come da istruzioni della macchina, e si tira fuori l'impasto pronto e lievitato dopo 1 ora e 45 minuti, solo da stendere.

Per chi non ha la magica macchinetta:

fare la fontana con la farina, mettere al centro sale e zucchero. Sciogliere il lievito con un po' di acqua tiepida, metterla al centro della fontana e cominciare ad impastare aggiungendo poi l'olio e il burro, poi poco alla volta l'acqua restante. Lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e farlo riposare per 50 minuti sotto un contenitore.

Nel frattempo preparare una salsa con polpa di pomodoro condita con olio, sale e basilico (o origano se si preferisce). Farla addendare un po', spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.

Preparare una teglia da forno unta con olio, accendere il forno alla massima temperatura.

Prelevare l'impasto e stenderlo con le mani direttamente sulla piastra appiattendola bene, lasciando un bordo un po' più alto. Stendere il pomodoro sulla superficie aggiungere la mozzarella a dadini, un filo di olio crudo ed infornare.
Nel mio forno bastano 10-12 minuti e la pizza è pronta.
Ognuno dovrà regolarsi col proprio forno: c'è chi fa cucinare prima la base col pomodoro, aggiungendo la mozzarella solo in un secondo momento, perché il rischio è di bruciare la mozzarella e di non cucinare la pasta.
Purtroppo qualche tentativo è d'obbligo!


7 commenti:

L'Ode al Pomodoro ha detto...

La pizza....cosi' semplice e cosi' buona!!
Ciao,Laura

marcella candido cianchetti ha detto...

non sono una mangiona di pizza abituale ma la tua mi piace x è semplice buona domenica

graziella ha detto...

Io sono per la pizza a colazione, pranzo e cena e pure il giorno dopo!!

Davvero una bontà!

p.s Da me c'è un invito per un Meme semplice, semplice!

( ^^)/ ha detto...

Ciao Laura! Sono convinta che una buona pizza debba essere semplice: se voglio capire se l'impasto di una pizza è buono prendo margherita oppure schiacciatina. Troppo condimento camuffa!

Ciao Marcella, buon inizio settimana! Io sono pazza per la pizza e più semplice è meglio è!

Graziellaaaaa! Ciao...Sono pienamente d'accordo, questa che ho fatto è rimasta per il pranzo del giorno dopo, solo perché per colazione dovevo stare leggera per andare in palestra!! Ahahaha...
PS Grazie dell'invito, accetto con piacere!

0_0Tina

Anonimo ha detto...

era mooooolto buona..!!!

akuma

( ^^)/ ha detto...

Questo anonimo (akuma) è un po' di parte,ve ne sarete accorti!
Signori, mio fratello!

Ciao akuma!

0_0Tina

Tamakatsura ha detto...

Ciao Tina ^o^

Ho approfittato delle vacanze per cimentarmi un po' con i fornelli ed ho provato la ricetta della pizza con il latte (ero abituata a fare senza).
L'impasto è venuto soffice, ma ci ha messo un'eternità a lievitare ed a cuocere :(
Può dipendere dal fatto che ho utilizzato latte intero?

Giuli

Blog Widget by LinkWithin