RISO ALLA CANTONESE

domenica 27 gennaio 2008

Fino a qualche anno fa andavo spesso al ristorante cinese, ma da un po' ho smesso di andare: sarà che tutto mi sembra avere lo stesso sapore, sarà che tutto gocciola d'olio e tu stessa esci che sei fritta, sarà che in genere i cinesi del ristorante non sono molto cortesi, sarà che i tavoli da due sono talmente vicini che speri sempre che il tavolo a fianco rimanga vuoto (vana speranza durante il week-end)...
Molti sono i motivi che mi hanno spinta a smettere di andare al ristorante cinese insomma. Tuttavia a volte mi viene voglia di qualche piatto tipico, così ieri sera mi sono cimentata nella preparazione del riso alla cantonese. L'ispirazione deriva dal libro di cucina di Wilma De Angelis "In cucina con fantasia", ma la ricetta l'ho modificata a modo mio e l'ho resa anche più rapida da preparare. Tempo di cucinare il riso nella cuociriso.


Ingredienti:

300 g di riso
olio di semi
1 cipolla medio-piccola
100 g di piselli (io ho usato quelli surgelati)
2 uova intere
100 g di prosciutto cotto a cubetti
1/2 dado per brodo
sale

Io ho usato la cuociriso per cui ho lavato il riso abbondantemente, l'ho versato nel contenitore ho aggiunto l'acqua e il sale come da istruzioni della macchina. Dopo la cottura l'ho lasciato al caldo.

Per chi non ha la cuociriso: lavare il riso, metterlo in una pentola e coprirlo di acqua fredda. Accendere il fuoco, portare ad ebollizione, abbassare la fiamma, salare, coprire il recipiente e lasciare cuocere per 10 minuti. Scolare bene il riso, stenderlo su un canovaccio e lasciarlo raffreddare.

Nel frattempo tagliare il prosciutto a dadini, far bollire i piselli in acqua salata per 10 minuti, se i piselli sono freschi e scolarli.
Pulire la cipolla, tritarla fine e farla imbiondire nel wok o in una padella con l'olio. Aggiungere poi i piselli e dopo 1 minuto aggiungere le uova sbattute. Appena si rapprendono romperle mescolando. Abbassare la fiamma e aggiungere il prosciutto a dadini e poi il riso. Mescolare bene amalgamando gli ingrediente poi insaporire con il mezzo dado, che ho sbriciolato sopra (non avevo il dado granulare che forse sarebbe stato più pratico) e il sale, mescolare facendo insaporire il riso e servire ben caldo.

8 commenti:

evelyn ha detto...

Dear Valentina!I will try to read asome of your recepies, I bougth a Italian dizionario!
You should be a baker I think!

( ^^)/ ha detto...

Dear Evelyn, if you have problems with dictionary, ask me and I will help you to translate!
You are always welcome.

0_0Tina

kabalino ha detto...

Ecco, io che adesso c'ho una fame...devo vedere tutte queste cose meravigliose...che il riso ok...ma la torta al cioccolato e semi di papavero...una meraviglia
:)

( ^^)/ ha detto...

Ciao kabalino, ma che vuoi che sia in 40 minuti al massimo si prepara la torta. Pensa che mi sono messa a prepararla mentre aspettavo che mi consegnassero a domicilio la pizza. Finita la pizza la torta era pronta!
Ah a proposito, visto che sei di Ravenna, la pizza a domicilio solo a Lo Sfizio!

Ciao 0_0Tina

kabalino ha detto...

Allora, forse, ci provo a prepararla...io abito in provincia di ravenna...se la ordino da Lo Sfizio mi arriva surgelata...
Però grazie dei suggerimenti :D

Anonimo ha detto...

in cina il prosciutto cotto non esiste pero...

( ^^)/ ha detto...

Certamente! Io in Cina non sono mai stata, ma chi è andato mi ha detto che tutto ciò che viene preparato nei ristoranti cinesi in Italia è adattato al nostro gusto. Mi diceva il padre di una amica, che vive in Cina per lavoro, che il fritto non è poi così tanto come da noi.
D'altronde la mia è solo una imitazione della cucina del cinese dove ho mangiato io, non vuole essere certo una scuola!
Comunque grazie per la precisazione.

Luisa Vittoria ha detto...

che tipo di riso hai utilizzato? :D

Blog Widget by LinkWithin