INSALATA MISTA, SEMPLICEMENTE

lunedì 21 luglio 2008


E' un periodo che mangio volentieri solo cibi freschi, niente forno, niente fornelli!

Tante fresche verdure miste e tonno o pollo, il tutto irrorato con aceto balsamico.

6 commenti:

Tamakatsura ha detto...

Farò qualche esperimento n_n

Per caso, avresti qualche ricetta di pasta fredda?

(Ah, e com'è il libro della Vreeland? Ho visto il film "La ragazza con l'orecchino di perla" ma non ho mai letto un suo libro)

Giuli

( ^^)/ ha detto...

Ciao Giuli!
E' bello sentirti nonostante il mio scarso impegno in cucina!
Una ricetta semplice di pasta fredda che amo molto è con pomodoro crudo e basilico:
- pasta corta a tua scelta
- pomodoro rosso a cubetti (se è di quelli tondi con molti semi svuotali o faranno troppa acqua)
- foglie di basilico tritato grossolanamente
- olio d'oliva
- sale

Mentre cucini la pasta tagli i pomodori a cubetti, li condisci con olio e sale, aggiungi il basilico tritato mescoli bene e lasci riposare in modo che fuoriesca un poco di acqua. Quando la pasta è cotta fermi la cottura sotto l'acqua fredda, la sgoccioli bene e la aggiungi al pomodoro.
A me piace mangiarla subito, ma se la tieni al dente la puoi anche mettere in frigo e mangiarla fredda.

0_0Tina

( ^^)/ ha detto...

Ah dimenticavo del libro: l'ho già finito e mi è piaciuto molto. Sono diversi racconti apparentemente separati ma che si accomunano per la presenza del quadro di Vermeer: comincia dalla storia dell'ultimo proprietario del quadro fino ad arrivare a ritroso nel tempo al momento della sua produzione.
Qua e là ho letto critiche negative, ma a me personalmente è piaciuto. Qualcuno grida addirittura al plagio della Chevalier (suppongo "la ragazza con l'orecchino di perla") ma a mio parere, a parte il fatto che si racconti dello stesso pittore, mi sembra esagerato parlare di plagio. Forse più un omaggio!

Tra i due ho preferito il libro della Chevalier, molto più attenta e sensibile ai particolari e alla caratterizzazione dei personaggi.
Della Vreeland ho letto anche "La passione di Artemisia", davvero un bel ritratto di una donna forte e coraggiosa, che ha combattuto contro i pregiudizi e le discriminazioni vissute dalle donne della sua epoca.

Ciao 0_0Tina

Tamakatsura ha detto...

Ecco vedi, già mi confondevo la Vreeland con la Chevralier. In realtà correvo dietro a Vermeer. Non ho mai capito molto di arte, ma Vermeer mi piace molto. Fa dei quadri molto narrativi.

Comunque lo proverò, sono in un periodo... sperimentale :)

Alex e Mari ha detto...

Bella insalata fresca e colorata.
Ti ho inserita nella mappa virtuale :-)
Ciao
Alex

( ^^)/ ha detto...

Grazie mille Alex, sono davvero felice! Aggiungerò presto il link alla mappa sul mio blog!

Ciao 0_0Tina

Blog Widget by LinkWithin